Deprecated: Function set_magic_quotes_runtime() is deprecated in /home/robinedi/public_html/blog/textpattern/lib/txplib_db.php on line 14
Poche Chiacchiere: Testamento biologico

Testamento biologico

Volontà di fine-vita,
è ormai persa la partita.
Si può fare il testamento,
ma è totale il cedimento

al volere della Chiesa,
didielle ch’è una resa,
una frode farisaica,
capitolazione laica.

Ecco cosa ci propina:
“Mai staccar nessuna spina.
Dover d’alimentazione,
in qualunque condizione

il sondino non si stacca.
Il firmar non serve a un’acca,
poiché non è vincolante
il volere del firmante.

La proposta della Baio
vuol presenza del notaio,
triennal la validità
e, ulterior difficoltà,

la presenza, qual garante,
del tuo medico curante.”
Una vera presa in torta,
ma Veltroni ci conforta

fuoriuscendo dall’apnea:
“Il Pd non cambia idea:
ciascun di sua volontà
la sua fin deciderà!”

Per dar forza al suo pensiero
il fallito condottiero
mai abbastanza vilipeso
per il culo, ahimé, ci ha preso

con la splendida staffetta.
Di Fioroni la protetta,
tale Bianchi, già Udc,
già teodem nel neo Pd,

prende il posto di Marino,
un cattolico mastino,
ma campion di laicità:
capo gruppo Sanità!

Della Bianchi la carriera
è di laicità foriera.
Con Casini senatrice,
fu a suo tempo relatrice

di una legge da ossessione:
l’assistita procreazione.
Giorni fa col Pdl
ha votato il didielle

per tenere in vita chi
diciott’anni fa morì.
Pare che Bianchi Dorina,
che il partito ci propina

capo gruppo Sanità,
garanzia di laicità
non ci offra e che Veltroni,
al di là dei paroloni,

oltre Tevere ci porti,
verso i vatican conforti.
La moral d’un birichino?
“Al Pd tolgo il sondino!”

Inserito il 16/02/2009 da Carlo Cornaglia | ci sono 3 commenti

A voi la parola

Mah, togliere il sondino al PD implicherebbe che in qualche tempo e in un qualche luogo il PD abbia vissuto.


...


Piuttosto mi sembra che il partito, invece d’essere nato, sia solo un aborto.


E il PDL ricorre alle staminali-Mastella: cellule che diventano qualsiasi cosa a seconda di dove le piazzi.


Dottor Di Pietro, la prego, venga a staccare la spina…

scritto da Dario · 17 febbraio 2009, 01:20 · #

Eternamente condannati a non morire


Posso dir che non lo trovo sorprendente
che la Chiesa, che i teodem e il Cavaliere
sian contrari a che ciascuno abbia il potere
di decider quando e se staccar corrente.


Loro infatti stanno tutti quanti in vita
solo grazie ad artifici innaturali.
Vivon come in paradisi artificiali
e la morte se la sono autoproibita.


Pensa un po’ se un certo giorno al Vaticano
un Governo pilotato non da ancille
sospendesse d’erogar l’Otto per Mille:
senza liquidi morrebbe da pagano.


Il Berlusca – non mi pare sia un segreto –
sopravvive ai suoi malanni e al suo degrado
resistendo come un giorno Stalingrado,
ritornando quasi ai tempi ch’era feto.


E ci riesce, ormai lo sanno anche i bambini,
dipendendo totalmente dalla scienza:
sai la fine che farebbe Sua Emittenza
se qualcuno gli staccasse Scapagnini?!


I teodem, se tu gli togli i monsignori,
due beghine e il catechismo di Pio Nono,
risucchiati dentro il buco dell’ozono
svanirebbero tal quale fan gli odori.


Voi capite perché allora tutti quanti
si accaniscon per salvar l’accanimento
e si oppongono a qualsiasi testamento:
perché pur tutti devoti a Cristo e ai santi


hanno i piedi ben piantati sulla Terra
e per tema che gli stacchino la spina
voglion tutti schiavi della medicina,
come mummie vegetanti in una serra.

scritto da Gregna Pola · 18 febbraio 2009, 09:43 · #

Il Vaticano ancor s’infuoca
per difendere qualcosa
che qualcuno un qualche giorno
definì un grande dono..
inviolabil certamente
indisponibile..sicuro..
e non parlo sol degli altri
ma di me in prima persona,
non più piena proprietà
e non più mia la facoltà
della scelta a terminare
una vita vegetale.
Perchè invero titolare
sarò anche di un diritto
ma non pieno o assoluto
bensì forse di usufrutto,
mentre nudo proprietario
è qualcuno di mai visto,
la cui vita, quella si,
metterei davvero in forse.
Ecco quindi che di fatto
divien vero decisore
il di lui rappresentante,
madre Chiesa strepitante
che ringrazia il concessore
e decreta contro chi
chiama non riconoscente,
ossia gente che insolente
vuole si parlar di dono
ma che fa riferimento
non a vita, sacra e santa
bensì a ciò la cui tutela
in passato nel presente
portò uomini a morire:
vera vita di ciascuno,
è l’umana vera essenza,
attentata da ogni dove,
la cui spina puoi staccare,
sempre vittima di violenza,
lecitamente da torturare;
parlo della libertà,
assoluta, piena, vera,
da difendere a ogni costo..
ma che ormai purtroppo molti
si rassegnano a dimenticare.

scritto da Vincy · 20 febbraio 2009, 16:26 · #

Aiuto Textile

Per non essere filtrati dal software antispam, evitare di scrivere tutto maiuscolo.
I commenti offensivi o pubblicitari non saranno pubblicati.