Deprecated: Function set_magic_quotes_runtime() is deprecated in /home/robinedi/public_html/blog/textpattern/lib/txplib_db.php on line 14
Poche Chiacchiere: Rassegna stampa

Rassegna stampa

Un’occhiata ai quotidiani:
un magnifico domani
per la gente si prospetta
nel paese da operetta

che in tragedia sta volgendo
con terribile crescendo.
“Manca poco alla rovina,
poi saremo l’Argentina

della Ue”, dice Sacconi
mentre Silvio Berlusconi
vuole che si spenda e spanda:
“Sostenete la domanda

e vivete in allegria!
Son la vostra garanzia…”
Lega fervida d’idee:
“Uno stop alle moschee

poniam immediatamente
o la musulmana gente,
sobillata dagli Imam,
diverrà sempre più infam!”

Sì, facciam degli immigrati
individui emarginati,
impediamone la fede,
come la Padania chiede,

e così saran più bravi…
S’è mai visto che gli schiavi
sian trattati da persone?
Bobo, giusta soluzione!

I musei son moribondi
e il ministro Sandro Bondi,
con brillante panacea,
una Direzione crea

con a capo un vero esperto…
in roulette ed in coperto,
del Berlusca amico: Resca,
specialista di ventresca.

Di McDonald’s fu l’Ad
e diventerà così
grande capo dei musei.
“Decisione da babbei!”,

grida in coro la Cultura.
Sgarbi ha fatto la figura
di plagiar gli scritti altrui
e il ministro pensa a lui

da affiancare al direttore.
Uno chef e un truffatore
salveran l’arte italiana.
Giunga a Bondi un bel peana!

Intervista con Veltroni:
“Stop alle lamentazioni,
basta con i retroscena
ed i sorrisin da iena!

Qui ci vuole più coerenza,
più lealtà, più trasparenza!
A chi non mi vuole più
dico di non far cucù,

ma di uscire allo scoperto
o il Pd che mi hanno offerto
come fossi il Salvatore,
tafazzianamente muore!”

Ci fa pena Walterloo:
la sinistra liquidò
per aver più compattezza
e ora scopre Sua Pochezza

che, ahimé, i Giuda non stan fuori,
ma stan dentro i traditori,
che chi dà con le primarie
promozioni leggendarie

nel Pd non conta un cazzo
e chi l’ha creduto è un pazzo.
Di Torino il borgomastro
ha un bilancio ch’è un disastro,

con il debito che monta,
ma la soluzione ha pronta,
un perfetto sacrilegio:
vende Carignano, Regio

e la Mole antonelliana,
mentre in zona non lontana
uno stadio diciottenne
vien distrutto dalle benne.

Costò cento e più miliardi,
ma non piace più ai boiardi
che per fare nuovi affari
sprecan mucchi di denari.

Ma ci son altre scemenze.
C’è Dominici a Firenze
che, a suo tempo intercettato,
par un dì abbia esclamato:

“Fare un parco? Ma che palle,
do i terreni a Della Valle
perché con Ligresti possa,
grazie alla mia giunta rossa,

un novello stadio fare.
A me il parco fa cagare
E pertanto non lo faccio.”
Complimenti, toscanaccio!

Ed infin Sua Santità:
“Ci vuol solidarietà
ed ai poveri le banche
debbon dare le palanche,

è difficile il momento…”
Ed è facile il commento:
“Benedetto, per favor,
incomincia dallo Ior!”

Queste sono le nequizie
che ci svelan le notizie
oggidì sui quotidiani.
Eppur par che gli italiani

vivan sempre più tranquilli.
Consenzienti od imbecilli?
Complici o indifferenti?
Mentre vivono contenti

del Berlusca che governa
e più nulla li costerna,
l’acqua sal sempre più su:
è alla bocca…glu…glu……glu.
Vignetta di Frator

Inserito il 05/12/2008 da Carlo Cornaglia | ci sono 4 commenti

A voi la parola

E’ l’Italia che si spacca
e tutti fan manbasssa
per gonfiarsi il tascapane
di quel poco che rimane.


Dalle Alpi alla Sicilia
è tutto un piglia piglia
una corsa assai sfrenata
per mangiare la marmellata.


Ai comuni non danno più fondi
e diventano miserabondi
ma ci sono sindaci creativi
che si vendono anche i vivi.


Toccano patrimoni comunali
che sono anche universali
tutto questo senza ragione
e senza paura di finire in prigione.


Sono amministratori temerari,
hanno fatto scuole per bari
sono esperti di illusione
per non dire di contraffazione.


Sono anche presuntuosi
anziché essere dignitosi
e quando le cose vanno a male
invocano il temporale.


I Borgomastri di sinistra
chiedono nuova pista
adesso che il partito va male
non intendono fare le scale.


Per anni hanno osteggiato la lega
e ora temono che li sega
così vogliono sezionare il partito
e continuare, a Nord, a metterci il dito.


Il sud chiede giustizia
e non vuole esclusioni
da tutte le commissioni
dove si annidano i soldoni.


Il Nord vorrebbe rinforzare
gli argini del Rubicone
oppure costruire un burrone
e impedire il passo del terrone.


Cavour si gira nella tomba
e vorrebbe suonare la tromba
per svegliare sti rimbambiti
e mandarli a spalare detriti.


Intanto gli italiani si guardano affranti
e si affidano a tutti i Santi
anche se siamo all’Immacolata
e si mangia la cioccolata,


quella che si può ancor comprare
soprattutto se è da spalmare
guardando il mare in cartolina
e sperando di non finire come l’Argentina.


Ormai siamo giunti allo stremo
non ci resta che prendere un remo ed emigrare
il problema è che nessun ci vuole
perché siamo delle sole.


Stame bin, Carlin.

scritto da Frator1 · 5 dicembre 2008, 16:15 · #

La ragione è proprio questa!
Ormai nulla più non resta
fuor dal pelo della mer..
che la testa ha ormai coperta!
Non ci credo neanche a botte,
che la gente se ne fotte
se non ha neanche una lira
e a campar ogni dì tira.
Prima o poi succederà
che qualcuno sparerà
più cazzate del passato
e verra detronizzato.
C‘è gia pronto dietro l’uscio
chi con un piccolo struscio
lo costringerà a cadere
per al suo posto sedere!
Guarda bene alle sue spalle
c‘è chi mira alle sue palle…

scritto da Anna Gengaro · 5 dicembre 2008, 17:13 · #

Di che crisi parlate? Non capisco
mi sembra che nel look restiamo al top
se c’e’ chi sta un po’ down, faccia uno stop
e si conceda un week a San Francisco.
.
L’unica crisi è quella della disco
ma che c’entriamo noi se ha fatto flop?
meglio la tecno, l’house e anche l’hip hop,
io seguo sempre il trend, lo ribadisco.
.
L’acqua alla gola, poi, dov’e’ il problema?
salisse pure sino a fare l’onda,
Fratelli, non c’e’ surfer che la tema!
.
Mi sa che state tutti in pieno trip
fate attenzione all’acido, vi sfonda
meglio la coca, come insegna il vip.

scritto da velio laga · 8 dicembre 2008, 19:15 · #

Ascolta alla tivù / le notizie che vuoi tu!


Quant’è bello guardar la tivù
così piena di belle notizie!
Quelle rare indigeste nequizie
te le scarichi nella pupù.


Presidente alla Rai c’hanno messo
quel maiale ritinto di un Brass:
di politica mastica un cass,
ma che dite: tra Villari e sesso …?


Bruno Vespa alla fine ha sfondato,
in tivù non fa più bagatelle:
vende libri sullé bancarelle,
tutti quelli che mai ha piazzato.


Berlusconi lui pure alla fine
s’è trovato qualcosa da far:
ora è un dìvo fra lé pornostar,
per vederlo si riempiono i cìne.


Così onesto egli è diventato
che s’è messo una tassa sul porno
per levarsi del tutto d’intorno
chi il conflitto gli ha sempre imputato.


Dai proventi del nuovo balzello
gran profitto trarrà il Vaticano:
le sue scuole lo Stato italiano
sosterrà con le star dell’uccello.


Maronbòbo ha cambiato indirizzo,
ora suona in un gruppo ghanese,:
“Maronbòbo con lé storie lese”,
in un club detto il Sùbviminale.


Il PD, ci racconta la téle,
s’è affidato ad un nuovo stilista:
è Partito, però Dadaista;
a guidarlo, Caino e anche Abele.


E’ risolta la fuffa morale:
al Nord regnerà Bassolino,
mentre al Sud ci sarà Chiamparino.
A Cacciari però il Quirinale.


Il filosofo in modo geniale
Ha risolto il problema dei fondi:
transustànziando in òro anche Bondi
con la sùa pietra fìlosofale.


E Veltròn – questa sì è una notizia! –
con D’Alema fondò un sodalizio:
l’han chiamato, per gioco o per sfizio,
‘Club la Fésta déll’Amicizia’.


Pace fatta con i magistrati
che ora giocano insieme a Tresette;
coi politici fanno puzzette,
al bordéllo van còn gli avvocati.


C’è la crisi ma non ci spaventa
perch’é un po’ come se non ci fosse:
dà ogni tanto un colpetto di tosse;
le sorridi e anche lei è contenta.


Quando c’è cassaìntegrazione
gli operài mica vàn giu d’umore:
fanno spese per ore e per ore
e rilanciano la produzione.


Quando vanno alla cassa, un sorriso,
le cassiere non fanno obiezioni:
a pagar penserà Berlusconi,
che si acquista così il paradiso.


Il buon papa – ma sì, il Benedetto


ha promesso che i preti e le suore
potran fare anche loro l’amore
sia di passera che di culetto.


Quelli a Kyoto han salvato la Terra
abbassando la temperatura,
così adesso una cosa è sicura:
c’è Michele soltanto di Serra!


Cosa dite? che queste notizie
non vi capita mai di sentirle?
Perché siete soltanto dei pirle
e guardate la Rai. Che mestizia!

scritto da Gregna Pola · 9 dicembre 2008, 00:16 · #

Aiuto Textile

Per non essere filtrati dal software antispam, evitare di scrivere tutto maiuscolo.
I commenti offensivi o pubblicitari non saranno pubblicati.