Deprecated: Function set_magic_quotes_runtime() is deprecated in /home/robinedi/public_html/blog/textpattern/lib/txplib_db.php on line 14
Poche Chiacchiere: Papà, cos'è l'etica?

Papà, cos'è l'etica?

Una Omlus milanese,
Young Milano, oggi è alle prese
con un etico convegno
preparato con ingegno

dalla figlia del premier.
Vicepresidente è
di quell’etico consesso
che alla presidenza ha messo

tal Geronimo La Russa,
uomo d’etica indiscussa
visto che il papà in ascesa
fa il ministro alla Difesa.

Nel consesso degli onesti
con il figlio di Ligresti
c’è la meglio gioventù
con papà pien di virtù.

Young Milano è alla Bocconi
e i figliol dei capoccioni
parlan d’etica d’impresa
e dell’etica in difesa

c’è ovviamente la figliola,
Barbara, che non è sola,
ma seguita dalla mamma.
E’ magnifico il programma

che ricalca quella tesi
che darà fra pochi mesi
la patetica ragazza
che sull’etica strombazza:

“Senza l’etica è follia,
con la sola economia
non si va molto lontano!
Dal disastro americano

abbiam molto da imparare!
E’ essenziale ormai affidare
nuovi ruoli alla morale,
questo è un punto assai cruciale

per le imprese del domani!
Basta coi sistemi strani
di morale autogestita,
una legge va allestita

con criteri obbligatori
che dell’etica i valori
metta a base dell’agire!
Tutti in coro dobbiam dire:

stop all’illegalità!”
Ne ha parlato con papà?
Qui la povera ragazza
un pochino s’imbarazza:

“M’insegnò in modo perfetto
che la libertà e il rispetto
van concessi proprio a tutti
e poi m’ha indicato i frutti

del saper sempre ascoltare.
Con lui tornerò a parlare
e il dì che dottor sarò
d’etica gli parlerò.”

E pensar che tempo fa
ha pagato il suo papà
ad un losco paparazzo,
senza il minimo imbarazzo,

una somma da magnate
perché le foto azzardate
di quest’etica ragazza
non finissero alla piazza.

Ma fu salva la morale,
poiché il babbo eccezionale
per celar la scappatella
di quell’etica pulzella

pagò quanto necessario
con bonifico bancario
e non certo coi contanti:
“Son le forme assai importanti –

disse a un Woodcock battagliero –
e papà non paga in nero!”
Se fu Craxi il suo padrino
e il Berlusca è il papalino,

sembra proprio naturale
dir che d’etica e morale
la patetica ragazza
non imparerà una mazza.

Inserito il 05/10/2008 da Carlo Cornaglia | ci sono 2 commenti

A voi la parola

L’omlus
è un surplus
per digerire il couscous
e lavarsi la coscienza
senza troppa riverenza.


Etica dicevi, buon Carlin
ma qui l’etica è ermetica
di una top-clas mimetica
che capisce di aritmetica
e non teme di passare come patetica.


Di fare i conti son capaci
come i condor che volano rapaci
siedono sui trespoli di Mediobanca
e da li chi li sbanca
con quei santi protettori di cui son dotati
fanno presto a diventar beati.


Vantano studi importanti
masticano l’inglese come pochi
e se accendono fuochi
c’è papà che fa il pompiere
e anche il doganiere
così se portano soldi Oltralpe
vengono scambiati per delle talpe
che sfondano la roccia
solo per fare bisboccia.


Non si dica che sono raccomandati
E nemmeno che sono blindati
dai padri protettori
se no che dolori
loro chiamano Ghedini
che si gioca anche Fini,
prende in mano i codicilli
e li usa come birilli
e i nodi diventano lodi
ed è tutta colpa di Prodi.


I giornali di costume sono il bitume
di questa classe smidollata
che schifa la marmellata
per loro c’è solo il caviale
e tutto il resto non vale.


Le corna si lavano in famiglia
per la madre e la figlia
tanto li chi li piglia
con tutta quella fanghiglia
che hanno indosso
e si vantano a più non posso.


Veronica la ribelle guarda le stelle
e dice che son fiammelle
poi scrive a La Repubblica
che le pubblica quella lettera di disdoro
che dipinge il marito come uno dedito al foro.


Non è vero, grida la stampa amica
e intanto lui urla: che fica
e visto che non è più un mistero
la nomina a capo di un ministero.


Ormai il Decamerone è stato superato
anche se di Boccaccio ce n’è uno
e gli altri sono nessuno
ma intanto questi ci provano con la ramazza
e con chi scodazza
e visto che sono in tanti
a voler entrare nel regno
è diventato un tiro a segno!


Stame bin, Carlin

scritto da Frator · 6 ottobre 2008, 14:53 · #

L’esser figli di papà,
gran responsabilità:
tocca star sempre all’altezza
del papino. Sai che ebbrezza!


E così se c’hai di fronte
un paoà rinoceronte
che c’ha l’etica nel corno
duro come in un film porno,


tu fanciulla senza macchia
con la dignità di un Fracchia,
te ne andrai a testa alta
da Bolzano fino a Malta


con la spada e senza scudo
a gridare che il Re è nudo.
Anche se, da gente bene,
con la foglia copri il pene.


Con vocina da educanda
dici al papi che comanda:
“Tu papà sei presidente,
sei d’esempio per la gente!


Se per fare il birichino
qua e là incappi in un pompino,
poi per farti perdonare
con mammà devi posare,


con la mano nella mano,
perché il popolo italiano,
te lo dice la tua figlia,
tiene molto alla famiglia.


Io lo so, c’hai tanti soldi
che invidiosai manigoldi,
comunisti e magistrati,
van dicendo li hai rubati.


Noi sappiam che non è vero
perché tu, papà sincero,
col candor che c’hanno i gigli,
l’hai giurato sui tuoi figli


che son soldi sacrosanti,
frutto di sudori e pianti,
guadagnati onestamente,
come tutta l’altra gente.


Questa è l’etica primaria:
che se vai un poco d’aria,
giuri al volo che il tuo culo
è testardo più d’un mulo


e per esser trasparente
non si tiene dentro niente,
sbatte a tutti sotto il naso
quel che non sarebbe il caso.


E comunque, eticamente,
a far fetido l’ambiente
non fu certo un cul forzista
ma Veltroni lo sfascista.

scritto da Gregna Pola · 6 ottobre 2008, 23:01 · #

Aiuto Textile

Per non essere filtrati dal software antispam, evitare di scrivere tutto maiuscolo.
I commenti offensivi o pubblicitari non saranno pubblicati.