Deprecated: Function set_magic_quotes_runtime() is deprecated in /home/robinedi/public_html/blog/textpattern/lib/txplib_db.php on line 14
Poche Chiacchiere: Ordine e disciplina

Ordine e disciplina

Napoli, stazion Centrale,
che domenica bestiale…
Son finite le vacanze
ed in queste circostanze

ben si sa che tutti i treni
son di viaggiatori pieni
poiché tornano in città
per andare a lavurà

e sul Napoli Torino
ce ne son proprio un casino.
Papà, mamme, figlioletti
ed i nonni stanno stretti,

coi biglietti già pagati
e i bagagli sistemati,
di partire nell’attesa.
E ad un tratto la sorpresa:

più di mille delinquenti
schiamazzanti e truculenti
dan l’assalto alle carrozze
e con urla e frasi mozze

caccian tutti i viaggiatori.
Ferrovieri e controllori
dan consigli a chi è seduto:
“Scenda in fretta!” è il loro aiuto.

Nel veder tali casini
uno pensa: “I clandestini
sono troppi e non son buoni,
ha ragion Bobo Maroni

che vuol espatriare tutti
quegli orrendi farabutti!
E i soldati di La Russa?
Fu una legge assai discussa,

ma son proprio necessari…”
Ma che fanno i militari,
la finanza ed i caramba,
quelle ronde molto in gamba

per la nostra sicurezza?
Fan la guardia alla monnezza
e trascuran le stazioni?
Cosa fa Bobo Maroni?

Cosa fa La Russa Ignazio?
La scoperta è vero strazio:
non son rom pericolosi,
ma del Napoli i tifosi

a scagliarsi su quel treno
ed in un battibaleno
a cacciarne tutti quanti.
Coi vessilli sventolanti

vanno a Roma, alla partita:
la legalità è servita.
Col governo Berlusconi,
coi La Russa e coi Maroni

sarà bene abituarsi…
è lontana la catarsi
e la legge è questa qua:
ordine e legalità.

“Giù dal tren, va’ a casa a piedi,
son tifosi, non lo vedi?
Sono molto birichini,
ma non sono clandestini…”

Solo il Milan ci conforta,
con due pere nella porta
ha perduto col Bologna.
Rossi per la gran vergogna

e per il furore neri
del Berlusca i cannonieri,
le extra star di Berlusconi,
sulla carta dei campioni,

hanno perso malamente,
pur avendo in squadra gente
come Pato e Ronaldinho.
Perdonatemi se ghigno.

Inserito il 04/09/2008 da Carlo Cornaglia | ci sono 3 commenti

A voi la parola

Lasciatemeli in pace, ‘sti guajioni!
Songo nu po’ mariuoli, chisto ssì,
ma tiengono ‘o core granne accussì,
in funno cumm’o zucchero ssò bbuoni.
.
Che ve ne fotte, pe quattro vagoni!
Che sso prubbleme vvere, chiste aqquì?
I pisciasotto andassero in tassì,
‘nvece ‘e chiagnere e spaccà ‘e cuglioni.
.
So piezz’e core chisti ultrà do’ Nàpule,
nun ce li ricuprite de’ munnezza!
Dai piccirilli ancora cu’ le pàpule,
.
a chille che nun songo incensurati,
meriterebbero ‘na dòce carezza;
e vuje andreste assaje ppiù mazziati.

scritto da velio laga · 5 settembre 2008, 13:26 · #

Da tempo è costume del nostro governo
portar via da Napoli un po’ di monnezza
a bordo di treni, con molta vaghezza
per non suscitare un casino d’inferno.


Domenica scorsa c’è stato un errore
oppur s’è trattato d’eccesso di zelo:
in nome del Vero io adesso lo svelo
perché trovi pace l’enfiato clamore.


La ditta che versa i rifiuti sul treni
per l’ansia che fossero presto spediti
li ha messi in bell’ordine sull’Intercity
convinti che andasse nei crucchi terreni.


Il fetore ha disturbato i passeggeri
che han mostrato d’aver scarsa tolleranza:
c’è chi s’è fatto venire il mal di panza
e chi invece ha dato noia ai ferrovieri.


C’eran lì dei poliziotti antisommossa
che però facevan le crocerossine:
aiutavano a salire le vecchine,
che la folla un pochettino s’è commossa.


C’eran pure i militari dell’Ignazio
ben intenti a presidiare i cassonetti:
han sentito un po’ di puzza ma i precetti
gli vietavan di lasciare il loro spazio.


Fu così che giunse a Roma l’immondizia
versata nell’olimpica discarica:
l’intercity un pochetto si rammarica,
ma succede se la gente la si vizia.


Se lo sporco s’è attaccato addosso al treno,
se i sedili sono stati manomessi,
se c’è pure un po’ di merda dentro i cessi,
non si può sputare tutto quel veleno!


C’è chi dice la camorra c’ha marciato
perché ha fatto viaggiare in prima classe
l’ecoballe, il radioattivo, le biomasse
col biglietto di seconda già pagato.


A ‘sto punto ci voleva che all’Interno
il ministro fosse proprio della Lega:
“L’immondizia per un anno là in bottega
la tenete. Guai a voi se va all’esterno!”.


Ma che c’entra tutto questo con lo sport?
Non lo so, perché non leggo la Gazzetta.
E però m’è chiaro che in quest’Italietta
c’è chi punta a seminare lo sconfort.

scritto da Gregna Pola · 5 settembre 2008, 15:17 · #

fior di castagno,
.
se l’Inter non ottiene la vittoria
in casa di una solida sampdoria,
il giornalista con fare maligno
tratta come un babbeo Josè Mourinho.
.


fiore di maggio,
.
se la Juventus contro i fiorentini
viene raggiunta in zona cesarini,
l’opinionista, per quel buon pareggio,
tratta Claudio Ranieri ancora peggio.
.


fiore di loto,
.
se il Milan perde in casa col Bologna
nessuno parla o scrive di vergogna;
a più riprese vien sottolineato
che conta il “giuoco” e non il risultato.
.


fior di banano,
.
stampa e tv processano severi
tutte le squadre, tranne i rossoneri.
Non è che quella squadra di Milano
s’avvalga pure lei del Lodo Alfano?

scritto da velio laga · 6 settembre 2008, 21:11 · #

Aiuto Textile

Per non essere filtrati dal software antispam, evitare di scrivere tutto maiuscolo.
I commenti offensivi o pubblicitari non saranno pubblicati.