Deprecated: Function set_magic_quotes_runtime() is deprecated in /home/robinedi/public_html/blog/textpattern/lib/txplib_db.php on line 14
Poche Chiacchiere: Metti una sera a cena

Metti una sera a cena

L’anfitrione è il giudice Mazzella
che ospita il sodal Napolitano,
il Cavaliere, ahimé, senza donzella,
Gianni Letta con Angelino Alfano,

Donato Bruno con Carlo Vizzini,
i presidenti di due Commissioni.
Pensare mal non è da birichini,
il giudice Mazzella ci perdoni,

visto che fra tre mesi solamente
la Consulta è chiamata a sentenziare
su quel famoso lodo che consente
a Silvio Berlusconi di evitare

i processi ed il rischio di una cella,
la geniale invenzion di Angelo Alfano.
Caso vuole che il giudice Mazzella
ed il collega suo, Napolitano,

nella Corte costituzionale
fra coloro saran che voteranno.
Anche se non c’è nulla di illegale
nel sedere alla mensa col tiranno

che, forte della propria autorità,
si ritiene al di sopra delle leggi,
fan notare a Mazzella che non va
far dubitar che un giudice parteggi.

Mentre protestano le opposizioni
e il capo dello Stato non si sente,
Mazzella, che non vuol sentir ragioni
né critiche, non solo non si pente,

ma manda al Cavaliere una missiva,
che pubblica per farne un casus belli,
nella qual fra un lamento e un’invettiva
ci fa capire quanto sian fratelli:

“Mio caro Silvio, caro presidente,
una lettera aperta oggi ti invio
perché dubito molto seriamente
che l’Ovra sia caduta nell’oblio.

Nulla di carbonaro o piduista,
come dice quel tale in Parlamento,
nell’invitare a casa lo statista
che porterà l’Italia a salvamento.

Conversare con te e con altri amici
non mi sembra per niente sia un misfatto.
A casa mia non ci son nemici,
una fidata colf fa il cibo adatto

e neanche c’è l’ombra di spioni.
Non è stata la prima quella cena
né l’ultima sarà, mio Berlusconi,
almeno fino a quando la catena

di un totalitarismo nuovo e bieco
non ci tolga la nostra libertà.
La barbarie di cui sentiamo l’eco
certamente paura non ci fa…!”,

“Anche perché – aggiungiam malignamente –
nell’Italia, il paese dell’amore,
dove, più che scopar, guarda la gente,
soltanto tu puoi fare il dittatore…”

Dopo aver letto tali amenità
e capito che fine farà il lodo,
ci siamo chiesti che menù farà
la fidata fantesca così ammodo.

Abbiamo interpellato i fornitori,
abbiamo ispezionato la monnezza,
abbiamo percepito i buoni odori…
questo è il menù, ne abbiamo la certezza:

“Bigné désir de roi alla Carfagna,
cotechino in galera nel buon vino,
linguine di cronista alla sciampagna,
agnolottini in lodo alla Angelino,

bracioletta D’Addario alla barese,
cosciotto di piemme alla Forleo
con il contorno di fava pugliese,
zuppa ingese alla Mills e l’apogeo,

un buon tiramisù alla Noemi.
Il tutto con dei vini assai squisiti,
apprezzati perfino dagli astemi
fra i quali il top dei top: Bric dei banditi!”

A fine cena, i più si son recati
a dormire ciascun nel suo lettone,
mentre Silvio e i gorilla sono andati
per la strada, in cerca di battone.

Inserito il 02/07/2009 da Carlo Cornaglia | ci sono 60 commenti

A voi la parola

E tu che dici? GATX! Sarebbe? Grandi società, Affari e ispezioni, Tossici in città, X morti più i feriti.

scritto da frank spada · 3 luglio 2009, 07:43 · #

bravo, bravo, bravissimo!

scritto da Nino Milone · 5 luglio 2009, 15:00 · #

- Pronto, parlo con l’ufficio Pesi e Misure? – Prego, dica. – Vi è rimasto qualcosa in magazzino? – Scherza, vero? Scaffali vuoti e ordini a pile. – Ah! E quando prevedete di… – Lo chieda al G8.
A questo punto la telefonata si interrompe: intercettazioni o normale sovraccarico delle linee? Boh!

scritto da frank spada · 6 luglio 2009, 11:25 · #

Ormai ci siamo: Aquila, capitale della globo-sfera, 8 – 14 – 21, i G attorno a un tavolo!
Chissà se – scosse e accordi utili al mondo a parte, e foto inchieste pure – in fondo si dirà che lui è solo un uomo fortunato.
Quanto ai black-blok… un’occasione persa davanti ai cronisti-operatori: visi scoperti e pale in mano, al lavoro tra macerie e dissapori.
Ieri, a Viareggio, le bare in fila, un bambino aspetta che suo padre viva, anche per lui.

scritto da frank spada · 8 luglio 2009, 11:14 · #

La visione dei primi della terra a passeggio fra le macerie aveva in effetti qualcosa di grandioso e terribile insieme, sembrava un monito severo…di fronte a Obama e consorte, dei veri colossi, lo Squalo avrà resistito all’impulso di infilarsi dei trampoli nascosti?

scritto da maurizio · 9 luglio 2009, 14:19 · #

Cronisti in attesa, agenzie pronte, anche pre-stampate. Ultimo istante, start… nemmeno una gaffe.
Il signor nessuno scende dal palco. Fine

scritto da frank spada · 12 luglio 2009, 06:19 · #

Ancora ieri… nulla. Oggi pure – salvo tre B frullate e il ns-caro in braccio al suo avvocato – domani… la prima pappa e l’avvenire! E poi? “Sliding doors” al congresso del PD e quindi nulla, nulla. Ma perché? Perché siamo “So funny” – come dicono i turisti stranieri ridendo a crepapelle, ringraziando per un’indicazione stradale diretti a un monumento nazionale.

scritto da frank spada · 8 settembre 2009, 10:53 · #

“Nessun pericolo, è un’influenza lieve, farà meno danni di quella stagionale” (fonte PDL).
“E’ una cosa seria, ci si deve preoccupare, non va sottovalutata, si dovrà fare il vaccino a tutti” (fonte PD).
Ora la novità: stanno sperimentando MENSLUX, una “pillola bio” che… una al dì, appena svegliati, e intelletto libero assicurato fino al giorno dopo.

scritto da frank spada · 11 settembre 2009, 16:03 · #

Virus A, affari d’oro per big pharma…ogni stagione un’influenza nuova e un nuovo vaccino…mascalzoni!
http://www.repubblica.it/2009/07/sezioni/cronaca/nuova-influenza/affare-vaccino/affare-vaccino.html

scritto da maurizio · 15 settembre 2009, 20:23 · #

- Hai visto che roba? Sono disgustato. – E spostare Floris poi… – Ma cos’hai capito? – Ma sì, ieri sera… – A reti unificate dovevano mandarlo! Anche sulle commerciali, che poi sono le stesse. Il nostrocaro… guarda, se va avanti così, altro che De Gasperi, per me… (pim, pum pam!) – Ehi! Ma che succede? Cos‘è tutto quello sventolio di tricolori? Attento ai tappi, che rischiamo di accecarci! (pim, pum, pam!)

scritto da frank spada · 16 settembre 2009, 08:27 · #

Lunedì i funerali – Antonio Ricci punta al flop!

scritto da frank spada · 19 settembre 2009, 12:42 · #

Un saluto affettuoso a questi poveri ragazzi strumentalizzati come eroi, morti probabilmente per guadagnarsi un futuro che troppo spesso l’Italia nega ai giovani…

scritto da maurizio · 21 settembre 2009, 11:01 · #

Sì, poveri ragazzi, ed anche un pensiero affettuoso a chi, purtroppo, resta solo a gestire un dolore troppo grande, e per quanto la vita vada avanti, non sarà mai più la stessa.

scritto da Leila Mascano · 22 settembre 2009, 07:28 · #

A dx: i complimenti di Sarko e del ns caro alla Merkel che trionfa.
A sx: gira voce che in Calabria, in un circolo con 372 iscritti, Bersani abbia ottenuto 474 voti!

scritto da frank spada · 28 settembre 2009, 09:08 · #

Scontata la vittoria alle primarie (contrastata da chi fa dieta mangiando banane e lasciando in ogni dove bucce a terra) ora B. è alle prese con “La svolta” (l’asinello 2). E i “padri nobili”, che fanno? Ammettono che “il PD, orbo di Francesco e Walter, non è più il PD”.
Che sia la volta buona?

scritto da frank spada · 29 settembre 2009, 15:29 · #

Ma dopo “quella” cena la fatalità del suo potere sugli altri cominciò a farsi sentire su di lei in maniera opprimente, lei, così nobile… sopratutto dopo quelle terribili, vergognose allusioni, che lei naturalmente aveva dovuto suscitare in coloro che credevano di poter continuare a vivere senza di lei!
Fatto sta che lei sa che il ns caro sapeva che lei sapeva… il videoregistratore telefonico? E il rossetto, allora, o il mascara?
Corredi del “piacere”! Nient’altro.

scritto da frank spada · 2 ottobre 2009, 10:03 · #

Ahi! Sortita a Palazzo Colonna, i buoni modi ai nastri di IF – Interferenze Formali o Incipit Ferale?
Il ns caro, famigerato seduttore e cavaliere, anticipa le assenze: “Me quaero, nec adsum, fui!”

scritto da frank spada · 8 ottobre 2009, 10:13 · #

Un pool di pollastrelle nella pula – la Brambilla trebbia.

scritto da frank spada · 12 ottobre 2009, 15:49 · #

Nebbia. L’isola dei separatisti a tribordo – puntilisti e suprematisti vogano sparsi per convergere sul posto.
“Giù fiocchi e controfiocchi! Uomini ai pezzi!” – l’Icaro si prepara alla battaglia – micce accese – Bum! Bum! Bum! – “ Cribbio!” (ormai parla come lui) “Perché la batteria prodiera tace? Fuoco, fuoco, dannazione!”
“ Ammiraglio, lasciamoci una via di fuga, rischiamo di sparare sui nostri…”
“Appunto, capitano. E’ proprio quel che voglio. Mari puliti e domineremo solo noi!”
Sulla terraferma, lo stratega sarà ricordato per la battaglia dei marroni!

scritto da frank spada · 13 ottobre 2009, 19:06 · #

Che vi dicevo tempo fa del piacione e della svolta? Ripartono le danze senza accenni di rivolta – nessuna novità?
Rosetta in-calzamaglia allunga il collo e il newyorkese, on line, sta là.

scritto da frank spada · 28 ottobre 2009, 10:12 · #

- Attacco all’Irak? – Ma no, cos’hai capito, ho detto Irap! – Ah! La verità con l’imbroglio che si prende in giro, allora. – Sì. E la doppia coalizione che si prepara al ri-finanziamento dell’operazione. – E noi? – Si paga, si paga… – Guarda che tramonto… – Sì, all’alba. Ma va da un oculista, va.

scritto da frank spada · 29 ottobre 2009, 11:39 · #

Rosetta insorge per l’anemofilo non nato – mentre il vento sospinge uno spezzato inglese (tweed verde pallido, spina di pesce) verso il mare dell’oblio sulla scia di un balenottero d’antan in nero fumo d’ordinanza – e l’Osservatore? Vigila soffiando per far pendere un “romano” verso il Cupolone.

scritto da frank spada · 2 novembre 2009, 12:56 · #

Rosetta? Ogni scritto di mr. Sword è da interpretare come la famosa stele di Rosetta…

scritto da maurizio · 2 novembre 2009, 14:49 · #

Appare, non appare, appare che l’amico Maurizio è in buona salute – ciò mi rallegra senza apparire – interpretando certamente il suo volere.

scritto da frank spada · 2 novembre 2009, 16:54 · #

Troppe partenze: slot in tilt – arrivi dirottati, il filosofo barbuto resta al Marco Polo, seduto.

scritto da frank spada · 3 novembre 2009, 10:36 · #

Troppe partenze: per forti divergenze, il musicista cornuto toglie a tutti il saluto.

scritto da maurizio · 3 novembre 2009, 14:09 · #

Canocchiale rovescio agli occhi, li divergo: eccomi off-topic.
Chi si allontana torna indietro e mi oltrepassa tanto che non vedo l’ora di stringergli la mano.

scritto da frank spada · 3 novembre 2009, 17:10 · #

Cannocchiale rovescio agli occhi, ho mangiato finocchi…Chi torna indietro ha un destino di vetro, e mi oltrepassa per correre alla cassa…off topic siamo andati, paesi inesplorati ci aspettan sulla strada…mio caro frankie spada!

scritto da maurizio · 3 novembre 2009, 22:32 · #

L’intento di far uscire dalle nebbiose secche questo “blog” politico mondano, e noi due, maurizio, rimasti soli a manovrare tra i blog meno frequentati, pericolosi come scogli appuntiti (e qui si spera che il gran Cornaglia non li assotigli ancora aggiornando tutto)? Eh no, noi non ci stiamo, fatevi sentire anche voialtri, di lato in comunella o di sotto in distrazioni di lavoro, invece di sorridere, o rattristarvi per le evidenze nazionali, o soddisfarci con le vostre incomprensibili assenze, benché scusati dalle parole a volte… CHIARISSIME!

scritto da frank spada · 4 novembre 2009, 10:58 · #

Siamo qui, muti e malinconici. Piove, si lavora al computer, benvenuta anche la minestrina, purché preparata da qualcuno. Anche acqua e sale, per dire, ma di conforto amoroso. Quanto al calore, si è tentati dall’accendere il riscaldamento prima del fatidico 14…e dire che basterebbe un gatto accoccolato sui piedi che ronfa come un samovar.Tra santi e beati la compagnia è quella che è, perbene, ci mancherebbe, ma tristona, e già s’avvicina l’orribile Natale con la sua paccottiglia…vi si guarda piroettare ( dal francese pirouette )coi vostri arabeschi verbali, sul filo teso del surrealismo, mes pauvres, et justement. La realtà vi ha superati. Stasera, latte e biscotti. Il latte fuori dal frigo un’ora prima, così al massimo ci sarà da sciacquare un bicchiere. Poi, sgasata, a nanna. Domani è un altro giorno.

scritto da Leila Mascano · 4 novembre 2009, 22:48 · #

Non siamo NOI tristi, sono i nostri pensieri ad essere tristi. Pensandoci bene non è una differenza da poco. Forse pioverà, ma occorre andare al lavoro, capisco Leila. Anche a me sarebbe utile un gatto accoccolato ai miei piedi, ne ho avuti per tanti anni, tramite mia madre. Qui c‘è un silenzio…ma sì, tombale, a quest’ora. A volte penso che quando sarò in pensione riuscirò finalmente a scrivere…non un romanzo, non rientra nella mia misura…tanti bei raccontini…

scritto da maurizio · 5 novembre 2009, 14:25 · #

Il mio compare tiene i piedi assieme ai miei, e disponiamo solo di due scarpe, fatto sta che ballando tra di noi ci riscaldiamo piroettando – il ns tip-tap, in ogni caso, tiene desto il vicinato, anche lontanissimo!
Ora una sosta ci obbligherà a rientrare in tema: politico o mondano?
Scegliete voi, ché tanto non ne terrò conto, amenoché... uno squillo mi perfora i pensieri, pazientate, il tempo di incrociarli su un cuscino e… ronf-ronf, sarà mattino, come stamani, con la luna a ponente che mi guarda panciuta e il primo raggio da levante che incrosterà le ombre.

scritto da frank spada · 5 novembre 2009, 16:07 · #

Intanto ci scambiamo i sogni litigando su dei numeri: lui dice 15, io 14! Speriamo che i sogni si popolino di altri personaggi, altrimenti… altro che sogni, qui ci vogliono parole su parole per affiorare dal fondo di un principio!

scritto da frank spada · 5 novembre 2009, 18:01 · #

Facciamo un gioco?
Riguarda la pubblicità in Italia, in relazione al fatto che il nostrocaro, e da più giorni, quasi una decina, anziché presentarsi alle televisione in toto, e comunicare a tutti gli italiani come stanno le “faccende” (programmazioni economiche, scudo fiscale e antinfluenzale, riduzione dell’Irap, interventi in materia… troppe curiosità per elencarle tutte), lascia al posto suo alcune intriganti donne di cuori che stillano parole da un libercolo che ronza in volo.
Ora: torniamo a “pubblicità in Italia”, componete una parola formata da 7 vocali e 3 consonanti – tot. 10 lettere – estratte dal testo virgolettato sopra e, se siete stati accorti nel procedere (gettando nel cestino anche una maiuscola e introducendone un’altra, ecco che vi aiuto), la parola misteriosa che vi balzerà agli occhi… ma è? Si, si, proprio quel che sembrerebbe libero per tutti (a volte minacciato, dissuaso o intralciato) e in linea col mercato (contratti via telefono compresi) è in mano a lui. Ma chi? Dunque, cominciamo con la A, poi c‘è la… calma, calma, ché attorno al nostrocaro ci sono le donne, anche di cuori, e quindi: siamo tutti italiani nei costumi, o no? Sì, anche gli svizzeri.

scritto da frank spada · 7 novembre 2009, 13:51 · #

Oh Frank, mi è passata da un pezzo la voglia di giocare!

scritto da Leila Mascano · 9 novembre 2009, 23:57 · #

Proprio ora che viaggia come un treno velocisimo, che frequenta bar altolocati declamando poetiche parole, che imbandisce tavole con piatti e portate di cui leccarsi gli occhi, proprio ora che sto brindando alla sua gloria, ma lady Leila, non si allontani anche lei dalla pen-isola che non c‘é... sa che andato via anche Veltroni? Cosa vuole che le dica, che Cap. Uncino si è alleato con gli indiani e io… quasi quasi faccio un salto da Wendy, sperando che sia ancora una bambina. E se invece è cresciuta… ci penserò camminvolanfacendo!

scritto da frank spada · 10 novembre 2009, 12:52 · #

Io lo so! Io lo so! forse forse è P…...... ahem meglio non azzardare troppo! Ma una domanda: visto che “lo sfavillante” è immune dovrà fare il vaccino per la suina????

scritto da Wendy (carla Casazza) · 11 novembre 2009, 09:27 · #

Allora: P, e brava Wendy, u (lo aggiungo io per aiutarvi ancora), poi faccio mio “lo sfavillante” sottraendo l’immodestia al ns-caro che punta all’immunità senza puntura… orsù, blogghisti Robin, fatevi avanti, ché qui si fa sul serio, mica si gioca.

scritto da frank spada · 11 novembre 2009, 12:00 · #

Ora tocca a me…
Pu… già date.
10 lettere da estrapolare da pubblicità in Italia… Togliere la lettera in maiuscolo quindi la I… mmmmhhh
Posso comprare una vocale?...
L’aiuto a casa?

scritto da nadia · 11 novembre 2009, 21:04 · #

Gentile Nadia, ho fatto un salto (sopra) a casa sua: un reggia che trabocca di tesori, un’infilata di stanze dove… ehi, ma quello è... scappo via, celando le supposizioni, e anzichè una vocale le regalo una b.

scritto da frank spada · 12 novembre 2009, 12:35 · #

Gentile Frank,
ieri sera ero fuori casa… dallo scrigno, quella reggia con l’infilata di stanza, ero nel monolocale nuovo nuovo. L’ho arredato in modo che io possa andarci a stare tranquilla, ogni tanto, e per incontrare nuovi autori. Sul campanello c‘è nadia70…
Ma torniamo a noi…
Dicevamo:
Pub….....
la vocale non me l’hai regalata, ma un’altra consonante…quindi…

Pubb…...

ops… scusa, mi squilla il telefono. Sarà il mio aiuto a casa?

scritto da nadia70 · 12 novembre 2009, 19:22 · #

Non gioco, non gioco, ma dichiaro che Peter è straordinario.

scritto da Leila Mascano · 12 novembre 2009, 22:40 · #

Peter?
Oh Cielo, ancora non è terminao un indovinello e già ne parte un altro. Ed io ho già finito tutti gli aiuti…

scritto da nadia70 · 17 novembre 2009, 02:10 · #

P + u + b… una volta “li” frequentavo spesso, ci andavo con dei “tali” che “a” forza di stare con il gomito sul banco, e un bicchiere in mano… ascesi al cielo, come direbbe Mr. Scroll se fosse qui con noi.
A proposito, che bel posto il suo monolocale, complimenti nadia70!
Gioco terminato e mettiamo in vista uno che stanco di chiedersi “mi ami, non mi ami…”, con una margherita in mano, peraltro avvizzita, svolta i passi del star fermo e s’inoltra nella botanica vera, e lì? Resta immmobile davanti a un quadro in movimento, chiedendosi dove sta andando – lui, non il quadro, che lo incornicia brizzolato – alzando gli occhi verso una palombella in volo in una voliera, come per chiederele consiglio.
Registriamo, infine, che a Roma la FAO promette ma non molla, all’altro capo del mondo un premier chiede scusa (l’Inghilterra tace) e i bambini… muoiono di fame, ancora!

scritto da frank spada · 17 novembre 2009, 11:36 · #

La fretta e dimentico la P. e rispondo alla signora Mascano: “... bambolina, non chiedere sempre con angosciose grida interiori, che tuttavia io sento ininterrottamente, che giorno e notte io ti debba desiderare! Io comunque ogni tanto ti desidero, ma pretenderlo con tanta ansia?! In tal caso preferisco comprarti un cappellino nuovo!”
P. Altenberg – La ninna nanna.

scritto da frank spada · 17 novembre 2009, 18:58 · #

Conosco un tizio soprannominato Peter perchè divertente,senza problemi(anche perchè ha la fortuna di avere chi pensa a risolverglieli sistematicamente )una bella casa ,una bella famiglia…penso che alla lunga anche lui si sia stufato di se stesso e ogni tanto vorrebbe essere Capitan Uncino.

scritto da butterfly · 17 novembre 2009, 19:39 · #

P+u+b+b “li”“tali”“a”....no, = PUBBLITALIA... E’ giusto?

Cosa ho vinto?
Un cappellino nuovo?

scritto da nadia70 · 18 novembre 2009, 02:11 · #

A butterfly: Dica al suo amico che io vivo in un’isola che non c‘è, e lì, Cap. Uncino… doppie, triple… – non so nemmeno io quante ne possieda – è un temibile avversario da affrontare a piè sospinto combattendo sempre e solo con me stesso.
A nadia70: Ma noo! Una b di troppo e niente cappellino.
Quanto al mio compare che mi chiede: “Allora, ci siamo?” – Direi di sì – rispondo – e dal basso in alto -, aggiungo. – Sarebbe a dire? – fa lui fingendosi cieco. – Se n‘è accorto anche Schifani. Cos’altro vuoi di più. – Certo, certo: “ Se non ci seguite… tutti a casa”. – Eh bravo che ci sei arrivato! – Ma ora, che succederà? – Si riprenderà stretti come prima.

scritto da frank spada · 18 novembre 2009, 11:56 · #

Stretti quanto? – Come quattro piedi in due scarpe. – Ma che numero porti? – Per volare ci bastano le ali. – Ma quante ne avete? – Due sole!

scritto da frank spada · 24 novembre 2009, 12:30 · #

Oggi la notizia è finta cocaina, un’escort e una (?) nottata nero su bianco, la Petacci, il Dux… e il nostrocaro? In defaillance! Castigato da undicimila verghe – come M. Vibescu narrato da G. Apollinaire – le donne di cuori, deluse, se ne vanno – povero principe!

scritto da frank spada · 25 novembre 2009, 11:49 · #

Le giubbe azzurre accerchiate, e gli indiani che impolverano il girotondo attorno ai carri (La voce del regista nel megafono: “Stop, stop… ma cosa fa quel… Buongiorno Mr. De Milleuros, mi scusi ma l’avevo presa per una comparsa del set qui accanto!)
Inutile dire che quel produttore paga profumatamente tutti, registi, attori e comparse anche dell’altro film – ‘La bella e il nano’ – inferocito perchè gli svuotano i forzieri, e il tempo stringe, stringe.

scritto da frank spada · 27 novembre 2009, 13:38 · #

L’abbecedario in mano e un monito alle spalle: si inizi con A, si passi al conto B… (qualche petardo) S… (ri-parli G) Noooo!
Oggi è il B-day – parte il corteo – un’onda preatomica spazza via tutto.

scritto da frank spada · 5 dicembre 2009, 13:04 · #

LA GUIDA

Sei stato scelto a guidare un Paese
Ma non vuoi guardare più in basso
Di ciò che le tasche, a fine mese,
Puntuali ti versano addosso;
.
In un Paese in cui c‘è brave gente
Che lavora e non mangia per niente;
In un Paese in cui c‘è brava gente
Che lavora e non mangia per niente.
.
Tu che dall’ alto esegui un mandato,
Devi pensare anche a loro;
Prova a pensare a chi ti ha votato
E che adesso è senza un lavoro.
.
Pensa alla fame di tanti bambini
Che un voto non l’ hanno mai dato:
Pensa alla fame di tanti bambini
Che un voto non l’ hanno mai dato.
.
Condanni un uomo che ruba per fame
E dici che è svelto di mano,
Riverente t’ inchini al bianco vestito
Di chi al mondo ruba dal Vaticano;
.
A tanti popoli che hanno bisogno
Entrambi non date una mano:
A tanti popoli che hanno bisogno
Entrambi non date una mano.
.
Nelle brutture di genti violente
Tu vuoi far piazza pulita:
Che sia la mafia oppure un pezzente
Non discerni qual’ è la ferita.
.
Chiedi a quell’ uomo che cerca del pane
Che se ne fa del perdono:
Chiedi a quell’ uomo che cerca del pane
Che se ne fa del perdono.
.
Si parla di mafia e si parla di droga:
Non dirmi che ne siete fuori,
Quand’ anche chi rossa veste la toga
A volte non discerne i colori.
.
A volte il prezzo del pane è elevato
Ma non per un magistrato:
A volte il prezzo del pane è elevato
Ma non per un magistrato.
.
Il vero potere non è il tuo denaro
Nè quello di un Papa narciso,
Ma entrambi pensate di fotter la gente
Dietro a un raggiante sorriso.
.
Ridete allora davanti ai barboni
Dall’ alto del davanzale:
Ridete allora davanti ai barboni
Dall’ alto del davanzale.
.
Ma tutto questo è in fondo normale:
Che si sia giovani o anziani;
E’ un pò lo specchio del mondo animale,
Solo che noi siamo umani.
.
Ma tutto questo è in fondo normale,
Che si sia giovani o anziani;
E’ un pò lo specchio del mondo animale,
A che ci serve essere umani…

scritto da Roberto Ziviani · 7 dicembre 2009, 04:01 · #

Un bel ciuffo di capelli neri…ma il tempo stinge, stinge, e alla fine deve mantenere un BASSO profilo, dando notorietà a un Brunetta che è l’unico a non ispirargli complessi di inferiorità...fino a quando resisteranno i pochi ruderi Kommunisti a farlo sentire insostituibile difensore della patria?
Caro Frank, sopravviveremo anche a Lui?

scritto da maurizio · 8 dicembre 2009, 23:47 · #

Chiedendo venia se impertinentemente rispondo io prima dello stimato Frank, senza nulla voler togliere al dialogo tra Voi, ma anzi scusandomi per la volgare intromissione.
Come disse l’ americano film “Highlander”, ne resterà solo uno: il più forte dei Clochard che vive solo del cibo che trova durante il suo giorno senza mai curarsi di votare, leggere i giornali, guardare una Tv (armi, queste, che indottrinano l’ uomo alla sua tacita rinuncia della propria libertà). Questo alla lunga, che sia un Brunetta od un Marino, è il prosieguo del lento inizio della fìne. Tra trent’ anni al massimo se ne riparla… Se la sorte mi vedrà ancora vivo ed ancora in grado di scrivere

scritto da Roberto Ziviani · 9 dicembre 2009, 04:13 · #

Cari amici, ho votato sempre, leggiucchio un po’ il “Chronicle” locale (Carracciolo aveva fatto in tempo a far sue alcune testate regionali, e quindi scorro anche le notizie glamour), guardo la Tv e alla lunga la mia “libertà” non è stata mai indottrinata, anzi, e fra trent’anni… ora lascio che sparecchino la cena, e penso ai cenoni, e visto che manca poco a un bambinello in arrivo dietro una cometa… beh, per quanto detto altrove (ma non lontano da un’infanzia ritrovata commentando sul Blog Robin) fra qualche giorno gli scriverò una letterina su Leggere e rileggere.
A risentirci? Chissà! Davanti a noi abbiamo una vita, e qualche giorno ancora.

scritto da frank spada · 9 dicembre 2009, 13:52 · #

Che Dio ci salvi dal Natale…corse affannose col miraggio di regali inutili per strade impraticabili con masse di gente nervosa e imprecante…ignobile sfarzo, luminarie, cenoni luculliani che ti intossicano, parenti mai visti che ti assediano, spese folli e balli idioti…PUSSA VIA!

scritto da maurizio · 9 dicembre 2009, 22:33 · #

Secondo il DL 34567 del 15-12-2009, da oggi è proibito entro i confini della Repubblica il gioco delle BELLE STATUINE.

scritto da maurizio · 16 dicembre 2009, 11:10 · #

Riflessioni di fine anno…

Caro Bambino Gesu’, quest’anno ti sei portato via il mio cantante preferito: Michael Jackson, il mio attore preferito: Patrick Swayze, la mia attrice preferita: Farrah Fawcett, il mio presentatore preferito: Mike Bongiorno, la mia poetessa preferita: Alda Merini.
Volevo comunicarti che il mio politico preferito e’ S….. B…...... e che l’anno non e’ ancora finito

scritto da maurizio · 25 dicembre 2009, 21:26 · #

Prima che sparecchino i resti del cenone, a Carlo Cornaglia – un irriducibile rimatore impegnato a irridere un malcostume nazionale politico-sociale, e contrastare l’azione di qualcuno sorvolando, però, su un altro a lato – auguro buon lavoro, unitamente al successo per la sua “Berlusconeide” in dirittura d’arrivo!

scritto da frank spada · 30 dicembre 2009, 16:42 · #

Aiuto Textile

Per non essere filtrati dal software antispam, evitare di scrivere tutto maiuscolo.
I commenti offensivi o pubblicitari non saranno pubblicati.