Deprecated: Function set_magic_quotes_runtime() is deprecated in /home/robinedi/public_html/blog/textpattern/lib/txplib_db.php on line 14
Poche Chiacchiere: Lo spione, la fanciulla e il farfallone

Lo spione, la fanciulla e il farfallone

Regali, aiuti e inviti in Sardegna, ecco le carte di Silvio e Virginia. L’ex marito della Sanjust minacciò di rendere pubblica la vicenda alla vigilia delle elezioni 2006.
(la Repubblica, 8 luglio 2008)

Mentre il lodo di Angiolino
fa di un premier birichino
un politico illibato
fino a fine del mandato,

salvo poi ricominciare
se sul Colle vuole andare,
mentre la Costituzione
fa la fine di un pallone

preso a calci da chi gioca
con l’opposizione fioca
ed un vecchio presidente
per lo men troppo prudente,

ci rallegran le gazzette.
Uno zero zero sette
una nobile ha sposato,
dalla quale ha divorziato.

La signora è annunciatrice
e in un giorno assai felice
ha incontrato un cavaliere,
in tivù per far sapere

come andranno le pensioni.
Sempre carico d’ormoni,
come un giovane ragazzo,
quel signore manda un mazzo

di bei fiori alla signora
che con voluttà lo odora
e, con gesto da educanda,
pronta il numero gli manda

del suo proprio cellulare.
Passa un attimo e il compare
già la invita a colazione.
Dopo il pranzo nel salone,

il relax nello studiolo,
dove il vecchio donnaiolo
le scodella fra le mani
un bracciale di Damiani

di diamanti tempestato
ed aggiunge, delicato:
“Cosa posso far per te?”
La fanciulla dice: “Beh,

l’ex marito mio è una spia,
una promozion gli dia,
così in più qualche quattrino
potrò aver per il bambino…”

Il bel tipo si è commosso,
lo spione vien promosso
con quattrini e avanzamento
e il bambino è più contento.

Da quel giorno la fanciulla
col vecchietto si trastulla,
nei riceve bei regali,
messaggin sentimentali

anche dopo mezzanotte,
settimane galeotte
nella villa giù in Sardegna,
su RaiUno una rassegna

alla moda dedicata.
Ma il lavoro l’ha stancata,
si dimette dalla Rai,
non ne ha più bisogno, ormai…

Da quel dì piovon contanti
e ne piovon così tanti
che ogni puf viene pagato,
ogni debito è saldato.

L’insaziabile signora,
che il suo pargoletto adora,
dallo zero zero sette
vuol più soldi e gli promette

una nuova promozione:
“Parlerò col farfallone
ed il bimbo avrà di più…”
Ma è in agguato Belzebù:

sul futuro del bambino
è scoppiato un gran casino
fra gli ex sposi e la ragazza
con l’ex coniuge si incazza:

“Ti rovino la carriera!”
E’ arrivata la bufera
e lo zero zero sette
dal suo boss vien fatto a fette:

“Tu vai fuori dai coglioni,
non stai più fra gli spioni,
trasferito e degradato
con stipendio dimezzato!”

Lo spion, ch’è un tipo tosto,
si prepara un bell’esposto
contro ex moglie e amante ignoto,
ma già s’avvicina il voto

ed è ben che gli elettori
nulla sappian degli amori
di quel vecchio farfallone.
Ripescato, lo spione

vien promosso nuovamente
con stipendio conseguente.
“E l’esposto, ora dov’è?”
“Un esposto? Che cos’è?”

Nella favola amorosa
manca solo, ahimé, una cosa:
i nom dei protagonisti.
Li hanno fatti i giornalisti

e…son nomi assai importanti.
Noi, poeti dilettanti,
li chiamiamo lo spione,
la fanciulla e il farfallone.

Inserito il 11/07/2008 da Carlo Cornaglia | ci sono 3 commenti

A voi la parola

Cheffai? Ti alleni nel caso imponessero nuove norme anche ai blog? Che sfacelo! Amico mio! Che sfacelo.

scritto da Annamaria Gengaro · 12 luglio 2008, 16:23 · #

Vorrei esser Marcel Proust
per descriver con dovizia
quel che fece con la tizia
che di nome fa Sanjust


Cos’è mai un Cavaliere
senza la cavalcatura?
è una legge di natura,
non dipende dal volere.


Non può certo andare a piedi
ma nemmeno andar di mano.
Lo sa pure il Vaticano
che tu ‘dopo’ non ci vedi.


Se venuto sei al mondo
con la foga di stallone
non v’è legge o costrizione:
“Foga in giro? mi ci fiondo!”


Non importa se la gnocca
c’abbia o no la fede al dito:
quando il glande è inviperito
non s’ingrugni a chi gli tocca!


Non c’è carica che conti,
non c’è ruolo che ti freni:
quattro curve, due bei seni?
presto o tardi te la monti!


Tutte troie – è il tuo pensiero –
son le donne: pronte all’uso!
Tu a comprare sei aduso,
non ne fai certo mistero.


Sei fautore in modo strenuo
d’ogni libero mercato:
sempre il sesso l’hai pagato,
non lo fa solo chi è ingenuo.


Il potere a questo serve:
aver tanti bei soldoni
per sfogare le erezioni
nelle meglio fra le cerve.


Sian fedeli quei mariti
senza il becco d’un quattrino;
tanto poi passa il postino
che li fa becchi serviti.


Lo si sa ch’è l’italiota
latin-lover e play-boy:
sia negli USA che ad Hanoi
ogni donna gli è devota.


Se la donna sta in carriera
impalarla dà più gusto:
Cavalier, oltre che fusto,
è di agganci una miniera.


Via, non siate moralisti,
nel 3000 ormai si vive:
chi inchiappetta oche giulive
ha pensieri meno tristi.


L’ha capito anche il Papocchio
che die’ la benedizione
al Berlusca-Merolone,
maschio sano e non finocchio.


Ci guadagna la famiglia
da chi scopa ma all’antica:
dal pisello nella fica
sorte fuori figlio o figlia.


E’ per me grande l’onore
l’aver Silvio presidente:
Egli è l’Unto, certamente.
Unto sì, dalle signore!

scritto da Gregna Pola · 14 luglio 2008, 19:10 · #

La tassa sul lusso,
nel lasso di tempo
tra bagno e salasso,
è stata bocciata,
insultata e strappata.
Sor Renato poveretto
non sapeva dell’effetto
che causò con quel decreto.
Cittadini di serie A
si presentan da gagà,
col sorriso sulle guance
lascian fidi laute mance.
Ma alla tassa “mammamia!”
hanno antica l’allergia!
come posson i loro avi
riposar se tasse paghi?
Allor tutti su Renato
che voleva col decreto
far distinguo di turisti
ma causando nel nanetto,
ormai noto, il sospetto:
“sono tutti comunisti”.
Cittadini di serie A
cittadini di serie B
non esistono oggidì
tranne dentro il parlamento
dove 4 generali
si concedon baccanali
e festini d’ogni sorta
perchè sanno che la porta
per il pio carabiniere
e blindata con mestiere
dalla legge-cavaliere.
Cittadini di serie A
cittadini di serie B
Berlusconi,fido Schifano,
Fini, Dio e Napolitano
loro sono serie A.
tutti gli altri beduin
siamo sempre in serie B

scritto da fra-a-mas · 15 luglio 2008, 11:50 · #

Aiuto Textile

Per non essere filtrati dal software antispam, evitare di scrivere tutto maiuscolo.
I commenti offensivi o pubblicitari non saranno pubblicati.