Deprecated: Function set_magic_quotes_runtime() is deprecated in /home/robinedi/public_html/blog/textpattern/lib/txplib_db.php on line 14
Poche Chiacchiere: La volpe perde il pelo, ma non lo sfizio

La volpe perde il pelo, ma non lo sfizio

Parla l’elemosiniere,
Angelini, il timoniere
della sanità privata
e una storia ha raccontata

sulla leadership d’Abruzzo.
Dai verbali emana un puzzo
che si sente da lontano:
concussion, mazzette in mano

e associati delinquenti.
Premettiam: sono innocenti,
oggi e fino al terzo grado,
inquisiti, parentado,

portaborse ed assessori,
lacché ed amministratori,
ma il sol leggere i verbali
fa ruotare i genitali:

“Di’, fratello, quante volte?”
“Diciannove…” “Sono molte
e…per renderli contenti
dove hai fatto i versamenti?”

“In cucina, in libreria,
un dì fu in pasticceria,
se ricordo, a Chieti scalo.
Altri dì feci il regalo

nelle sedi della giunta,
una volta a un uom di punta
del Pd, a Francavilla,
dove lui tiene una villa,

a Pescara, a Collelongo,
dove chiedono…li pongo.
Dall’arrivo del Pd
dissi diciannove sì,

sei milioni m’hanno munto,
ma, arrivato a questo punto,
i coglioni mi hanno rotto,
dico tutto e me ne fotto…”

Non sappiam se è tutto vero,
ma Del Turco prigioniero
ed in carcere piangente
è una cosa sconvolgente.

Poi leggiam chi va a trovarlo
e ci rode un vecchio tarlo
sul partito di Bettino,
l’esiliato tunisino.

Andò Lehner, giornalista
già craxiano, ora forzista,
che parrebbe condannato
per avere diffamato

di Milano la Procura
con un pamphlet spazzatura,
andò Pera, ex presidente
del Senato, un dì piangente

sulla tomba di Bettino,
andò, terzo, il birichino
che col nome di Betulla
la sua profession maciulla

e, dall’Ordine radiato,
si trasforma in deputato,
l’onorevole Farina,
giornalista in naftalina.

Ma non è finita qui.
Disse Lehner, come uscì:
“La promessa è questa qua:
non appena in libertà

volerem con Ottaviano,
un garofano per mano,
sulla tomba di Bettino.”
“Ottaviano, un momentino…

Speravam fossi innocente,
ma se vai con certa gente
a pregare in Tunisia,
è un ben che tu in cella stia!”

Inserito il 23/07/2008 da Carlo Cornaglia | ci sono 3 commenti

A voi la parola

Oleè!
A me ruotano i cogl..
quando sento che i buffoni
prendon tanto di pensione
con metà legislazione
o soltanto poco più,
mentre tutti mandan giù
rospi fritti a dismisura
per la dimagrante cura
che ci fan subire tosto
per mangiare ad ogni costo!

scritto da Annamaria Gengaro · 24 luglio 2008, 15:26 · #

P.S. mi sono dimenticata di dirti che non riesco più a spedirti le mail, forse hai cambiato indirizzo web? Ciao, Anna

scritto da Annamaria Gengaro · 24 luglio 2008, 15:28 · #

Ora basta con gli arresti
di quei cittadini onesti
(fatto salvo l’incontrario
dopo il vaglio giudiziario)


che si giocan la salute
dopo aver l’ore perdute
per donare al cittadino
un futuro men tapino.


Galantuomini son tutti
mentre sono farabutti
quelli che per far vendette
gli propinan le manette.


Tanto ormai presto si sa
la Giustizia trionferà:
spunteranno cento lodi
per far argine alle frodi


di chi accusa ingiustamente
un qualsiasi presidente
di Regione o di Consiglio
perché di puttana un figlio


s’è stancato di pagare
e lo vuole trascinare
con l’infamia giù nel fango
senza mai badare al rango.


Son sicuro gli Ottaviani
d’ogni dove sono sani:
c’è chi vuol vederli tristi
sol perché son socialisti.


Solo un dubbio mi sovviene
mentre stridon le catene:
oggi tocca agli Angelini
figurar tra i malandrini


che al di là d’ogni vergogna
con talento da carogna
perché son vicini al fondo
tiran dentro mezzo mondo.


E però non sono pochi
che in passato han fatto fuochi
dopo aver fatto gli affari
con politici compari.


Ora chiedo ai garantisti
(non soltanto socialisti):
i politici nostrani
han cervelli così insani


che si fan sempre gabbare
dai campion del malaffare?
I quozienti intellettivi
son più alti nei ‘cattivi’?


Come mai han sempre intorno
questa gente che nel forno
già da un pezzo s’è arrostita
la coscienza tramortita?


Gli Angelini han chiara fama
d’esser figli di madama
e non certo sol da ieri
han riempito i libri neri.


Perché allora i presidenti,
gli assessori e i dirigenti
fan contratti e convenzioni
così spesso coi ladroni?


L’una resta delle due:
che se il popolo è un gran bue
anche i suoi rappresentanti
sono fessi tutti quanti


o se no c’è da pensare
che il compar con il compare
fa a li mezzi con le spoglie
mentre al bue restan le doglie.

scritto da Gregna Pola · 26 luglio 2008, 18:20 · #

Aiuto Textile

Per non essere filtrati dal software antispam, evitare di scrivere tutto maiuscolo.
I commenti offensivi o pubblicitari non saranno pubblicati.