Deprecated: Function set_magic_quotes_runtime() is deprecated in /home/robinedi/public_html/blog/textpattern/lib/txplib_db.php on line 14
Poche Chiacchiere: Il Concistoro

Il Concistoro

Grande pranzo all’Ambasciata.
A una lunga tavolata
nugoli di cardinali
e politici virtuali.

Fervono i festeggiamenti
e i ministri penitenti
cantan lodi a Benedetto
che con gran gesto d’affetto

all’Italia ha regalati
ben sei nuovi porporati.
Di ciascun Prodi barbogio
recitando sta l’elogio,

soprattutto di Bagnasco
che fu cappellan col basco,
già ordinario militare.
I ministri fan le gare

in ossequio e deferenza,
un ministro e un’eminenza:
sta Bertone fra Mastella
e D’Alema, Mortadella

siede fra Sandri e Laiolo
e, bracciol dopo bracciolo,
i ministri e i cardinali
son festanti commensali.

Nel Pd sono divisi,
ma qui Turco con Parisi,
Letta Enrico con Fioroni
stanno insieme santi e buoni.

In nom della laicità
si ritrova l’unità...
Con l’elogio di Bertone
all’italica nazione,

“ormai il solo sbarramento
contro l’imbarbarimento
dei valor dell’Occidente”,
si apre il pranzo, finalmente

e, lodato il buon Gesù,
tutti apprezzano il menù:
“Apribocca Santopadre”,
su tartine di pan quadre,

“Insalata Vaticana”,
olio, manna e melanzana,
“Involtini Trinità”,
ostia, manna e baccalà,

“Tagliolini alla Bagnasco”,
aglio ed olio rivierasco,
il “Risotto alla Binetti”,
cacio, manna e finocchietti,

“Consommé alla papalina”,
con gnocchetti di dottrina,
“Polpettone al Concordato”,
piatto ormai dimenticato,

ma apprezzato da Ruini
che lo taglia a pezzettini,
il “Carré Coppia di fatto”,
succulento e antico piatto,

vacca e toro non sposati
coi finocchi cucinati.
Prima del final caffé
la banana bien flambée,

detta “alla Savonarola”.
Finì qui la festicciola,
annegata nel vin Santo
e nel gregoriano canto.

E Veltroni? “Ahimé, non c’era
dei ministri nella schiera.”
Se ne stava in altro loco?
“In cucina, a fare il cuoco.”

Inserito il 10/12/2007 da Carlo Cornaglia | nessun commento

A voi la parola

Aiuto Textile

Per non essere filtrati dal software antispam, evitare di scrivere tutto maiuscolo.
I commenti offensivi o pubblicitari non saranno pubblicati.